BANKSY – War, Capitalism & Liberty

download

“Mi piace pensare di avere il coraggio di fare sentire la mia voce in forma anonima ed esigere quelle cose in cui nessuno crede, come la pace, la giustizia e la libertà” è questa una della citazioni del suo libro che compare anche sui muri della mostra a Palazzo Cipolla a Roma dal 24 Maggio al 4 Settembre ’16. Banksy è forse il pù noto degli street artist ma del suo vero nome nemmeno l’ombra, questo sottrarsi gli ha donato una sorta di attrazione quasi da rock star. Le sue sono immagini critiche che compaiono nello spazio pubblico, spesso in luoghi simbolo della geografia politica da Gaza fino recentemente a Calais. Se il presente è un caos, Bansky lo commenta con alcuni personaggi che sembrano usciti da una favola dark, in cui il lieto fine non è sempre contemplato. I riferimenti sono all’ arte, al cinema, alla letteratura. Alla fine del percorso un muro nero, una grande lavagna invita i visitatori a lasciare un pensiero sul tema “If I were Banksy”, se io fossi Banksy; alcuni scrivono ironicamente “Io sono Banksy”, e se fosse vero… forse un po’ tutti potremmo essere Banksy

 images       l43-banksy-flower-thrower-131015111243_big

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento