Al di là del lago

 

imagereader (1)

 

imagereader (3)

 

 

Del Lago di Como ne fu conquistato tutto l’800 a partire da Goethe che ne descrisse l’aria luminosa, fu una vera folgorazione che appartenne a tutta l’epoca Romantica e non poteva essere altrimenti: le sue alte montagne che salgono dal lago, il cielo che si oscura scaturendo in temporali improvvisi, il Lario da sempre è per animi sensibili e un pò drammatici. Questa magnifica villa rappresenta bene il sentimento del Lago, appartenuta ad alcune note famiglie aristocratiche nel corso del XIX secolo, colpisce l’affascinante piscina quasi a strapiombo che si può raggiungere con un pontile privato come anche l’elegante e particolare struttura ottagonale sviluppata su tre piani, di cui l’ultimo mansardato. Al primo piano la zona giorno con un bellissimo salone vista lago al quale sono collegate altre 4 sale mentre al piano terra si trova un’ampia cucina in uscita sul giardino ed una splendida darsena collegata direttamente agli interni della villa. Non resta che scegliere una piccola barca e andarsene a spasso di paese in paese o per un drink in uno dei tanti lidi.

 

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento