Il MEA CULPA di Santiago Sierra

Approda nuovamente a Milano Santiago Sierra, uno degli artisti più provocatori dell’arte contemporanea, nato a Madrid nel 1966 risiede da molti anni a Città del Messico città in cui attualmente lavora e vive. Famoso per le sue performance provocatorie caratterizzate da una ferocia politica da smuovere gli animi Sierra ha come obiettivo del suo lavoro quello di portare alla luce le contraddizioni della società contemporanea, dice infatti del suo lavoro: “Quello che faccio è rifiuto di negare i principi che sono alla base della creazione di un oggetto di lusso: dal guardiano che siede accanto a un Monet per otto ore al giorno, al portiere che controlla chi entra, alla fonte dei fondi utilizzati per l’acquisto della collezione”. L’esposizione antologica, a cura di Diego Sileo e Lutz Henke, si intitola Mea Culpa e vedrà l’esposizione di una panoramica delle opere più rappresentative di Santiago Sierra e la documentazione di sue numerose azioni realizzate in tutto il mondo.

“Pietre di Gerusalemme in un contenitore da un metro cubo”

 

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

Lascia un commento